Serataccia Zenit: 2-0 a Bruxelles
Aggiunto | Autor Alberto Farinone | Commenti

Lo Zenit inizia il 2017 nel peggior modo possibile, venendo sconfitto in casa dell'Anderlecht nell'andata dei Sedicesimi di EL

La differente condizione atletica tra le due squadre, evidente fin dal fischio d'inizio, alla fine ha fatto la differenza. Uno Zenit imballato, fuori condizione, che evidentemente non ha ancora smaltito i carichi delle preparazioni effettuate nei vari ritiri, ha perso malamente a Bruxelles, nell'andata dei Sedicesimi di Finale di Europa League. Un Anderlecht frizzante e vivace, micidiale nelle ripartenze, ha avuto vita facile contro la squadra russa, divisa in due tronconi, sempre scoperta dinanzi a ogni contrattacco avversario. Una sfida subito in salita per gli uomini di Lucescu, ritrovatisi sotto nel punteggio dopo soli 5 minuti, a causa di un taglio di Frank Acheampong non seguito da un addormentato Ivanović (esordio da dimenticare per il serbo, schierato come terzino destro). Lo stesso rapidissimo esterno d'attacco ghanese, immarcabile questa sera, ha raddoppiato al 31', sfruttando nel migliore dei modi le praterie concesse dalla compagine di San Pietroburgo. Nel corso della partita il copione non è cambiato: lo Zenit ha avuto il controllo (sterile) del possesso palla, riuscendo tuttavia a rendersi pericoloso soltanto con Dzyuba in tre-quattro occasioni; l'Anderlecht è ripartito a mille all'ora in contropiede, sfiorando più volte il terzo gol, negatogli da un attento Lodygin. L'impresa non è impossibile, ma sarà comunque dura per questo Zenit ribaltare iol risultato tra una settimana, tra le mura amiche, nel match di ritorno.

Torna alla lista