Driussi-show, lo Zenit si aggiudica lo scontro al vertice
Aggiunto | Autor Alberto Farinone | Commenti

Due assist al bacio dell'argentino stendono il Krasnodar: la squadra di San Pietroburgo vola a +6!

Grazie a un eccellente secondo tempo, lo Zenit è riuscito a imporsi per 2-1 sul Krasnodar, reduce da un'incredibile vittoria in rimonta in Europa League contro il Siviglia. Grande protagonista dell'incontro è stato Sebastián Driussi, autore dei due assist con cui i padroni di casa hanno piegato la resistenza neroverde.

Prima frazione di gioco equilibrata, con occasioni da ambo le parti: lo Zenit sfiora due volte il vantaggio con Driussi (in entrambe le occasioni con dei colpi di tacco), il Krasnodar risponde con il palo interno centrato da Claesson. Dopo l'intervallo, Semak lascia negli spogliatoi Erokhin e si presenta in campo con Kokorin: un'intuizione che si rivelerà decisiva ai fini del match. L'inedito tridente composto da Driussi, Kokorin e Dzyuba, infatti, funziona a meraviglia e il club di Piter domina per buona parte della ripresa. Dzyuba, di testa, sigla la rete dell'1-0 su suggerimento di Driussi. Mak, lanciato in profondità dall'ex River Plate, raddoppia. Il Krasnodar, mai domo, riapre la contesa con un rigore trasformato da Mamaev (tocco di mano di capitan Ivanović: unica sbavatura in una prestazione, per il resto, impeccabile) e ci prova fino all'ultimo. Ma la retroguardia dello Zenit, rimpolpata con l'ingresso in campo di Mammana, non si fa più sorprendere. Gli uomini di Semak riescono così a portare a casa i 3 punti prima della sosta per le nazionali.

Torna alla lista