Giorno 4-5-6. Cinzia e Fabio incontrano Il Principino!
Aggiunto | Autor Luca Comito | Commenti

In un clima surreale, Fabio e Cinzia salutano il Principino nella mix zone. L'operazione Marchisio è andata in porto!

Sabato, è stato un giorno alquanto anomalo, avevamo finito di visitare il centro e quindi ci siamo trovati nella posizione di poter seguire il nostro istinto.

Decidiamo di prendere il battello dal fiume Gribaedova (700rubli) e fare tutto il tour dei canali. Vista la bella giornata, ci sediamo nella parte scoperta ma dopo qualche secondo dalla partenza, capisco che è meglio stare al coperto. Fabio e Cinzia, invece, rimangono imperterriti al vento freddo e a qualche raggio di sole. 

IMG_20181103_122627.jpg

Concluso il giro in battello ci dirigiamo verso il ristorante "Amarcord" di Manlio e Andrea, in Zhukoskovo ulitsa. È un caratteristico ristorante italiano di circa 40 posti dopo puoi trovare la pasta uguale a quella che mangi a casa. Salutiamo anche Luca il cameriere del ristorante che saggiamente ci indirizza sulla pasta da prendere. 1gorgo e bacon, 1 arrabbiata e 1 carbonara. Prezzo? 1200 rubli circa! 16 euro in 3. Non male! 

IMG_20181103_143906.jpg

Venerdi, prima di andare negli uffici dello Zenit, abbiamo comprato i biglietti per la partita di basket tra Zenit ed Enisey. Cinzia conserva i biglietti e io pecco di sufficienza, quindi mi affido all'istinto e li porto al palazzetto del basket vicino allo stadio Petrovsky. Uscendo dalla metro non troviamo un tifoso che sia uno! Solo adolescenti in coda. Controllo il biglietto e capisco di aver toppato, la partita è alla Sibur Arena! Vicino al nuovo stadio dello Zenit a Krestovsky ostrov. In pochissimi secondi la nostra calma si trasforma in una corsa senza eguali, Carl Lewis sarebbe lentissimo al confronto!
Arriviamo esattamente in orario, anche grazie al taxi che ci evita una camminata di 30minuti. Bella la partita, anzi, bello lo show. È tutto purchè una partita.. Dj, coreografie, ragazze pon pon, presentatore, kiss cam e dance cam. 

IMG-20181105-WA0039.jpg

Non brutto, anzi, ma il calcio è meglio. Riesco anche a fare una foto con una mia carissima amica Elena!

IMG-20181103-WA0010.jpg

 Benissimo. Finita la partita ci spariamo a piedi i 2km che ci separano alla metro. Un viale lunghissimo e lo stadio che pian piano si rimpicciolisce.

IMG_20181104_172543_1.jpg

 Arrivati sulla Nevsky senza non aver prenotato un tavolo in nessuno dei mille ristoranti, optiamo per il greco, sempre sulla Nevsky, molto vicino a piazza Vosstanya. Buonissimo, non ci ero mai stato! Con 440rubli (6,5Euro) puoi prendere un piatto enorme con la salsa tzaziki, pane pita, patatine, verdure "rinfrescanti" e carne a scelta tra: pollo, maiale e mista. Il locale poi è molto bello e le cameriere sono la fine del mondo. 
IMG_20181104_205614.jpg

Io sono stanchissimo e vado direttamente a dormire senza neanche lavarmi i denti, Cinzia legge un libro, mentre Fabio gira dei locali in cerca di prede. 

Giorno 5. FINALMENTE IL GRANDE GIORNO È ARRIVATO!

Oggi è il giorno che un po tutti aspettavamo, il giorno della partita tra Zenit San Pietroburgo e Akhmat Grozny. 
Sveglia e colazione presto, il tempo di attendere l'apertura della gastronomia del centro commerciale Stokhman per acquistare qualcosa di dolce e seppur in leggero ritardo, partiamo ancora una volta (come per il basket), per Krestovsky Ostrov. 

Il ritrovo per ricevere gli accrediti al settore riservato ai giornalisti è con Mark alle 12:00. Per fortuna siamo puntualissimi e Mark pure. Tutto avviene in estrema semplicità: Il capo inglese mi passa gli accrediti e torna a lavorare, very easy! Da questo momento Fabio e Cinzia sono miei ospiti. Fabio rimane sconvolto dalla grandezza dello stadio, "è enorme" continua a ripetermi. 

IMG-20181105-WA0036.jpg

Cosí ci dirigiamo verso l'entrata ed i relativi controlli degli steward. Sinceramente, ben vengano questi controlli ma a volte sono troppo esagerati. Dopo aver percorso la scalinata dell'entrata 1 riservata a noi giornalisti, Fabio e Cinzia rimangono folgorati dalla bellezza di questa parte di San Pietroburgo meno conosciuta dai turisti: Krestovsky, il nuovo ponte, "ciornaia recka", la spiaggia ecc ecc. 
IMG-20181105-WA0034.jpg

Lo stadio è praticamente nuovo, poco più di un anno di vita, steward ovunque, volontari, corridoi con mille stanze. Gli addetti ai lavori ci consigliano di prendere l'ascensore visto che ci sono 4 piani da fare. Prima di arrivare alla nostra postazione ci beviamo un the ovviamente free per scaldarci. 

Usciamo e..... Stadio enorme! Ci ero gia stato, ma l'emozione è sempre la stessa! 

IMG-20181105-WA0077.jpg

Ritroviamo Mark, Artem Petrov, Egor, Pavel e poi a turno vengono a salutarmi tutti i miei amici: Anton di Zenit Finlandia, Hu di Zenit Cina, il mio amico tuttofare, Igor Borunov, Zimmerman e la mia preferita, Aleksandra Simanovskaia. 
La partita scorre veloce e noiosa, quando al 31' Mak si procura un calcio di rigore. Calcia Claudio Marchisio, che spiazza il portiere e porta in vantaggio lo Zenit. A 10minuti dalla fine, l'espulsione di Paredes costringe i nostri a chiudersi in difesa. La partita si conclude con la vittoria dello Zenit per 1-0, rete decisiva di Claudio. Scendiamo di corsa nella mix zone dove passano i giocatori dopo aver fatto la doccia, attendiamo piu di 40 minuti ma passano "solamente" Anyukov, Zabolotny, Chernov, Erokhin, kuzyaev e Dzyuba.
 Intanto facciamo conoscenza con l'assistente di Marchisio, con cui scambiamo qualche parola. Niente.. Sembra quasi che Claudio non debba passare da quella parte, quando compare da un'altro corridoio. 
Non resisto e con la voce un po tremolante gli grido: "Claudio! Claudio!!" Marchisio si avvicina con lo stesso sorriso che ho visto in tv e mi presento: -"Piacere Claudio, sono Luca Comito di FC ZENIT SPB in italiano, scrivo per il sito ufficiale dello Zenit". Mi risponde: -"Si, si.. Lo so." La sua risposta mi riempie il cuore e la calma prende il posto dell'emozione. 
A questo punto gli consegniamo qualche piccolo regalo che avevamo portato per lui e gli chiediamo 3 foto. Comincia Cinzia a mettersi in posa, poi tocca a Fabio e quando è il mio turno, presi dall'emozione, nessuno dei due si ricorda di farmela. Peccato! Ma non posso fargliene una colpa, non capita tutti i giorni incontrare Claudio a San Pietroburgo in Mix Zone. 
IMG_20181104_165441.jpg

Fabio si fa autografare anche la maglietta per suo figlio di quattro anni grandissimo tifoso juventino.

IMG_20181104_165453.jpg
 Lo salutiamo augurandogli tutto il meglio ed usciamo dallo stadio camminando 3 centimetri sopra l'asfalto dalla felicitá. Operazione riuscita. I 30 minuti di camminata per raggiungere la metro, volano. Non stiamo più nella pelle. Fabio quasi trema, Cinzia è stordita. 
Ce l'abbiamo fatta davvero. Stanchi, anzi, stanchissimi decidiamo di andare a mangiare ancora una volta nel ristorante greco sulla Nevsky Prospekt per gustarci ancora una volta i suoi piatti e le sue cameriere.Prima però compriamo qualcosa nello sstore dello Zenit e colgo l'occasione per farmi una foto con la commessa.

IMG-20181104-WA0044.jpg

 Concludiamo la serata con la classica birra sibirskii korona sotto casa. Io come sempre crollo, Fabio ascolta la musica e Cinzia finisce di leggere un libro. 

Buonanotte, grazie Mark e grazie Principino! 

Giorno 6 Oggi è il giorno dei regalini e dell'addio. È stata una bella vacanza con molto sole e poca pioggia. Ci siamo divertiti e sono contento di aver dimostrato ancora una volta di poter fare qualcosa di atipico ma comunque interessante e questo lo devo al mio maestro Chris Pascone ex Zenit Inghilterra, la persona che mi ha aperto l'ultima porta del "Mondo Zenit". Qui è un dovere ringraziare Svetlana, la persona che molte volte mi ha ospitato a casa sua  e dato la possibilta in passato di poter vivere molti giorni senza spendere nulla a San Pietroburgo. 
L'ultimo ringraziamento speciale è per un mio vecchio amico che ora non cè più. Senza Valeri, non avrei mai frequentato il settore 13 del Petrovsky e iniziato ad amare questa squadra. 
Per il resto, grazie a tutti. Stiamo atterrando a Caselle, piove.. Malinconia e tristezza la fanno da padrona.

Torna alla lista

Array