1-1 nel big match fra Spartak e Zenit
Aggiunto | Autor Alberto Farinone | Commenti

Barrios recupera lo svantaggio iniziale e gli uomini di Semak tornano da Mosca con un punto prezioso

La ventesima giornata di Russian Premier Liga si chiude con un pari nella sfida più attesa, quella fra Spartak Mosca e Zenit San Pietroburgo. Una sfida che, come da tradizione, ha regalato tante emozioni. L'inizio è favorevole ai padroni di casa, pericolosi soprattutto grazie alle serpentine dell'intraprendente Ayrton Lucas, azzeccato acquisto invernale. Al 13' i moscoviti passano avanti: cross di Hanni, sponda di testa di Tashaev per Glushakov, che di tacco trova la deviazione vincente. Lo Zenit reagisce con carattere, senza farsi schiacciare dai galvanizzati avversari. A suonare la carica è Wilmar Barrios, che si inserisce a sorpresa da dietro, trovando lo spiraglio giusto, oltre al suo primo gol nella sua nuova avventura russa.

Se il primo tempo è in perfetto equilibrio, nella ripresa è lo Zenit a credere maggiormente nella vittoria, sfiorando l'1-2 in particolare con Rigoni, che da due passi colpisce il palo su cross al bacio di Zhirkov. Ma allo Zenit, tutto sommato, oggi va anche bene così, considerando il passo falso del Krasnodar, nel frattempo superato in classifica dal CSKA (secondo, a 5 punti di distanza dal club di Piter).

La prossima partita di campionato lo Zenit la disputerà domenica 31 marzo. Prima, ci sarà la pausa per le nazionali.

Torna alla lista