Azmoun e la vecchia guardia guidano la rimonta dello Zenit
Aggiunto | Autor Alberto Farinone | Commenti

Ancora una doppietta per lo scatenato attaccante iraniano, ma sugli scudi anche i giocatori più esperti, come Rakitskiy, Zhirkov e Anyukov.

Prima della partita c'era stata qualche ironia per via del fatto che, al fischio d'inizio, lo Zenit schierasse una difesa un po' anzianotta (135 anni complessivi), composta da Anyukov (36), Ivanović (35), Rakitskiy (29) e Zhirkov (35). Ma sono stati proprio loro, nel bene e nel male, i grandi protagonisti della gara odierna, vinta per 3-1 in rimonta dagli uomini di Semak. Ivanović si è perso l'uomo in occasione del vantaggio dell'Orenburg, ma poi è stato il primo a suonare la carica. Anyukov ha salvato in extremis sul possibile raddoppio degli avversari in contropiede. Zhirkov, con un'azione delle sue degna dei vecchi tempi, ha firmato l'assist per l'1-1 di Azmoun. Rakitskiy, a 10' dal termine, ha trasformato la punizione del sorpasso. Ad avercene, insomma, di "vecchietti" così! Ben vengano quindi, anche se in là con gli anni!

Ma anche gli elementi più giovani hanno fatto un figurone. Prendete, per esempio, Sardar Azmoun, autore di un'altra doppietta, questa volta di rapina, da finalizzatore puro. E sono già 7, in 8 partite, i gol segnati dalla stella iraniana con il club di San Pietroburgo.

Torna alla lista