Goleada Zenit: 5-0 all'Anzhi
Aggiunto | Autor Alberto Farinone | Commenti

Azmoun, Ivanović, Rigoni e Driussi (doppietta) permettono al club di Piter di volare a +6 in classifica!

Ci si aspettava una larga vittoria alla Gazprom Arena e così è stato. Lo Zenit ha infatti travolto di reti il malcapitato Anzhi, vendicandosi della beffarda sconfitta subita nel match d'andata. La squadra di San Pietroburgo si è imposta per 5-0, segnando due reti nei primi 10 minuti e altre tre reti negli ultimi 10.

I padroni di casa sbloccano l'incontro dopo solo 2' grazie a una deviazione volante di Sardar Azmoun: un gol da grande attaccante per l'iraniano, che prima della partita era stato premiato come miglior giocatore del mese di marzo. Al 9' lo Zenit raddoppia: questa volta la conclusione vincente porta la firma di capitan Branislav Ivanović, letale sugli sviluppi di un calcio piazzato. Per il difensore serbo si tratta del primo gol in campionato.

L'Anzhi accusa il colpo, ma riesce a non capitolare. Almeno fino all'83', quando il subentrato Emiliano Rigoni - mancino naturale - con il destro (!) trasforma splendidamente una punizione dal limite. Ci pensa poi il connazionale Driussi, tra l'88' e l'89', a fissare il punteggio finale, grazie a una bella doppietta. Il gol del momentaneo 4-0 diventa peraltro il 900esimo gol segnato dallo Zenit nella storia della Russian Premier Liga.

Procede, purtroppo, il lungo digiuno di Dzyuba, ancora a secco. Il capitano della nazionale russa oggi ha sfiorato più volte quel gol che non riesce a trovare addirittura da ottobre, colpendo anche un palo.

Complice il passo falso del Krasnodar (raggiunto al secondo posto dalla Lokomotiv), lo Zenit si porta a +6 in classifica: un buon margine di vantaggio in vista dello scontro diretto di settimana prossima, in casa della compagine neroverde.

Torna alla lista