Un bolide di Zhirkov piega lo Spartak
Aggiunto | Autor Alberto Farinone | Commenti

Lo Zenit torna con il bottino pieno da Mosca

Lo Zenit si riscatta dopo i passi falsi in campionato contro Akhmat e Ufa, andando a vincere in casa della rivale di sempre, lo Spartak Mosca. Un successo che permette alla squadra di San Pietroburgo di rimanere in vetta alla classifica assieme a Krasnodar e Rostov.

Lo Spartak, reduce da una cocente delusione europea di soli tre giorni prima (l'eliminazione in Europa League subita dai portoghesi del Braga), gioca meglio nel primo tempo, ma a passare in vantaggio è lo Zenit grazie a un missile partito dai piedi dell'intramontabile Yury Zhirkov, proposto da Semak come esterno alto in un 4-4-2. Grande protagonista, questa volta in positivo, anche la VAR, che in precedenza aveva annullato un gol a Bakaev per un tocco di braccio nel controllo.

Nella ripresa invece la musica cambia. I padroni di casa creano poco e si rendono pericolosi prevalentemente con delle punizioni dal limite calciate alte. Lo Zenit si difende diligentemente, soffre poco e, in contropiede, sfiora più volte il raddoppio con Dzyuba, Azmoun e nel finale Ozdoev (ancora tra i migliori in campo).

Un successo importantissimo, anche considerando lo stato di forma non ancora ottimale dello Zenit, orfano di alcuni dei suoi giocatori di maggior talento come gli infortunati Driussi e Malcom.

Torna alla lista