"I cani stanno meglio a casa" è l'ultimo progetto umanitario dello Zenit
Aggiunto | Autor Alberto Farinone | Commenti
"I cani stanno meglio a casa" è l'ultimo progetto umanitario dello Zenit

Per celebrare il World Pet Day, i giocatori della squadra di San Pietroburgo sono scesi in campo accompagnati da cani in cerca di nuove case

La Giornata Mondiale degli animali domestici si celebra ogni anno il 30 novembre e lo Zenit ha unito le forze con la Russian Kynological Foundation (http://rkf.org.ru/) per lanciare il suo nuovo progetto comunitario: #СобакамЛучшеДома (ovvero, "I cani stanno meglio a casa!"). Lo scopo del progetto è quello di evidenziare al pubblico la responsabilità e la cura necessarie quando si ha un animale domestico e di aiutare a raccogliere fondi per i canili locali.

Così Dzyuba, Claudinho, Malcom, Rakitskiy e tutti gli altri giocatori dello Zenit partiti titolari nella sfida di campionato contro il Rostov sono scesi in campo portando in braccio un amico a quattro zampe.


Torna alla lista