Lo Zenit vince e spera ancora nel secondo posto
Aggiunto | Autor Alberto Farinone | Commenti

Nel giorno della festa di Lombaerts, il Krasnodar viene superato di misura: decide Dzyuba. A una giornata dal termine, la squadra di Lucescu è terza in classifica, a -1 dal CSKA.

Secondo successo consecutivo per lo Zenit e, così come a Samara, la prestazione offerta è stata di buon livello, a differenza di quanto visto per gran parte del girone di ritorno. Due vittorie che, però, potrebbero servire a poco: il CSKA infatti è passato di misura anche a Kazan, e continua a mantenere quel preziosissimo punticino di vantaggio a una giornata dal termine, che potrebbe valere ai rossoblu la qualificazione ai preliminari della prossima Champions League.

Ancora a segno Dzyuba, che dopo la doppietta siglata in meno di 10 minuti contro il Krylya Sovetov, sblocca il risultato anche contro il Krasnodar. Pregevole l'assist di Danny, che ha colto impreparata la retroguardia neroverde. Da segnalare il brutto infortunio subito da Lunev, andato a sbattere con la gamba contro il palo, in seguito a un bel balzo che aveva negato il pareggio su punizione agli avversari. Chi lo ha sostituito, vale a dire Lodygin, si è comportato altrettanto bene, salvando il punteggio in due circostanze nella ripresa (su Claesson e su Smolov).

Ma il vero protagonista stato Nicolas Lombaerts, che oggi ha disputato la sua ultima partita con il club di Piter, dopo 10 lunghi anni di onorato servizio: il pubblico del Petrovskiy gli ha riservato un’accoglienza straordinaria, intonando cori ed esponendo striscioni a lui dedicati per l’intera durata del match.

Nella prossima giornata, l'ultima della Russian Premier Liga 2016-17, lo Zenit giocherà a Mosca, nella tana della Lokomotiv, mentre il CSKA ospiterà l'Anzhi, a caccia di punti per evitare gli insidiosi playout.

Torna alla lista