Lo Zenit torna in Champions e pareggia in trasferta
Aggiunto | Autor Alberto Farinone | Commenti

Un buon punto ottenuto a Lione dagli uomini di Semak

A distanza di quattro anni sia dall'ultima partecipazione nella massima competizione europea sia dall'ultima sfida con il Lione, lo Zenit torna a disputare un match di Champions League. E il pareggio ottenuto in terra francese si può considerare, tutto sommato, come un buon risultato.

Semak ha sorpreso tutti annunciando la formazione titolare, che presentava diverse scelte inaspettate, a partire dal modulo (una sorta di 3-4-1-2), passando per la posizione in campo di diversi giocatori (per esempio, Douglas Santos confermato in mediana o Driussi in un'inedita posizione di mezzala), fino ad arrivare al debutto dal primo minuto degli ultimi arrivati Karavaev e Osorio. Lo Zenit ha preparato una gara principalmente d'attesa, senza rinunciare però a sferrare colpi letali al momento giusto, come in occasione dello splendido triangolo fra Azmoun e Dzyuba che ha portato al gol dell'attaccante iraniano, poi uscito per infortunio. Il vantaggio, arrivato prima del fischio finale, è tuttavia durato poco: a inizio ripresa il Lione ha infatti trovato la rete del pareggio, con un rigore causato da Ozdoev (appena entrato in campo) e trasformato dallo specialista Depay. Nonostante qualche nitida occasione da ambo le parti, il risultato non è più cambiato: la sfida fra Olympique Lione e Zenit San Pietroburgo si è così conclusa 1-1. Da segnalare, nell'altra gara del girone, il successo ottenuto dal Lipsia in casa del Benfica.

Torna alla lista