100 volte Dzyuba, ma non basta: lo Zenit perde ancora
Aggiunto | Autor Alberto Farinone | Commenti

Secondo passo falso consecutivo per gli uomini di Semak, beffati nel finale dall'Arsenal Tula

In mezzo ai due impegni di Champions League - e alla lunga pausa per le nazionali, che ha visto coinvolti Barrios con la Colombia, Azmoun con l'Iran e Sutormin, Chistyakov, Erokhin e Kuzyaev con la Russia - sono arrivate due inattese sconfitte in campionato per lo Zenit, entrambe con lo stesso punteggio (2-1). Prima con il Sochi, in casa, in una gara condizionata dal discutibile rosso diretto estratto a Sardar Azmoun. E poi con l'Arsenal Tula, in modo - se possibile - ancor più rocambolesco. Infatti, pur dominando per larghi tratti e creando una miriade di palle gol, il club di Piter si è ritrovato sotto a inizio ripresa e, una volta raggiunto il pari all'88', si è fatto nuovamente sorpassare due minuti più tardi, grazie a un gran gol siglato dal centrocampista zambiano Kings Kangwa.


Una beffa soprattutto per Artem Dzyuba, che non ha potuto festeggiare come avrebbe voluto un importante traguardo personale: il raggiungimento dei 100 gol segnati con la maglia dello Zenit.

Due sconfitte ravvicinate che devono suonare come un campanello d'allarme, senza tuttavia scuotere troppo l'ambiente: lo Zenit rimane infatti al comando della Premier Liga e, tra le rivali, soltanto Sochi e CSKA hanno pienamente sfruttato il doppio passo falso della capolista.

Torna alla lista